Browsed by
Category: Quotidiano

Perché dobbiamo preservare i lavori tradizionali

Perché dobbiamo preservare i lavori tradizionali

Il mondo del lavoro ha visto fasi diverse, momenti di crisi alternati a momenti di rilancio, ma le lunghe difficoltà di questi ultimi anni a causa della Pandemia hanno riportato indietro la lancetta del tempo. Molti hanno dovuto riprendere in mano la storia, e ricominciare dalla tradizione per riprendere quota. Questo è forse uno dei pochi punti positivi dell’intera situazione, perché finalmente si ridona linfa a mestieri che stavano rischiando la scomparsa. 

Perché dobbiamo preservare i lavori tradizionali

Come si può facilmente capire dalla premessa, il motivo principale per cui è necessario preservare i lavori tradizionali è perché sono intrisi di valore storico e al momento stanno rischiando di scomparire. Preservarli non sono è un’esigenza, ma deve essere un dovere, perché molti di questi sono un marchio distintivo del nostro Paese e di quello che è stato nell’arco della storia. 

Quali sono i mestieri che ad oggi è necessario difendere? Si tratta chiaramente di quelli che, un tempo, appartenevano a quella categoria di lavoratori che si chiamavano Maestri Artigiani. In questo momento è necessario sensibilizzare gli artigiani di oggi ad abbandonare in parte la tecnologia moderna ed avanzata e fare un passo indietro, riportando nelle loro botteghe tecnica, arte e gusto, e quelle peculiarità che caratterizzavano i prodotti dell’epoca. 

Con questo intendiamo per esempio la realizzazione a mano e con lavorazioni precise dei manufatti, scegliere i materiali con cura e forgiarli con attrezzi adibiti, e poi andare a trattare nel dettaglio con i potenziali acquirenti. Il tutto seguendo l’iter e le regole che caratterizzavano il rapporto tra l’artigiano-artista rinascimentale e il potenziale compratore. 

Ma ci sono anche lavori più moderni che possono essere fatti secondo la tradizione, come quelli delle macchine da lavorazione tradizionali o delle cabine di verniciatura

Per riuscire nell’intento, ovvero ridare spinta alla tradizione e ai mestieri di secoli lontani, non basta sensibilizzare gli artigiani. 

Infatti, è necessario fare in modo che, il grande pubblico degli acquirenti, entri in contatto e conosca nel dettaglio quelli che sono i mestieri d’arte tradizionali. Solo in questo modo sarà possibile ricreare l’intero sistema commerciale che apparteneva ad epoche lontane, dove il valore del prodotto era nella fattura e nell’opera manuale fatta dai migliori artisti che gestivano botteghe nelle varie città.

Fai da te? Il momento è ora

Fai da te? Il momento è ora

Con lunghi tempi passati tra le mura domestiche, a causa della crisi pandemica, il fai da te può essere un buon espediente per passare il tempo e, contemporaneamente, migliorare la nostra casa.

Molto dipende dai mezzi e dagli spazi a disposizione e, in certi contesti, è possibile agire con strumenti piuttosto avanzati in tal senso. Avendo ampio spazio a disposizione, è possibile infatti sbizzarrirsi con strumenti essenziali come seghe circolari, smerigliatrici ma anche soluzioni ancora più specifiche come una cabina di verniciatura o altre macchine speciali.

In un contesto più ristretto, è possibile comunque agire con attrezzi più basilari e accessibili, accontentandosi di trapani e troncatrici (meno ingombranti e costosi).

Il grande successo del fai da te

Dietro al successo attuale del fai da te, vi sono anche altre questioni. Per esempio, sotto il punto di vista economico, in molti contesti affidare il lavoro a terzi è attualmente impossibile. Sono diverse le persone che, armate di pazienza, qualche strumento e reperite le apposite guide in rete, si affidano al fai da te.

Se per chi ha una certa manualità si tratta di un processo naturale quasi piacevole, per chi non ha mai effettuato operazioni di questo tipo il tutto potrebbe essere particolarmente difficoltoso.

Al di là di ciò, va tenuto conto che la maggior parte di questi interventi richiede una certa preparazione. L’utilizzo di prodotti come antiritiro ed espansivi, per esempio, richiede una conoscenza di tali preparati, onde evitare danni.

Attenzione agli strumenti

I suddetti strumenti di lavoro poi, hanno anche una notevole pericolosità per chi si appresta ad eseguire i lavori del fai da te. Gli incidenti infatti, non sono così rari e, attenzione nonché esperienza, sono essenziali per evitare delle vere e proprie tragedie.

Proprio per questo motivo è consigliato, sia ai novizi del settore che agli esperti, di prendere alcune precauzioni. Innanzitutto, scegliere prodotti di qualità e seguire le istruzioni di montaggio e utilizzo.

In seconda battuta, eseguire le operazioni di manutenzione in maniera corretta. Infine, è essenziale mantenere sempre e comunque l’attenzione altissima e non sottovalutare mai la pericolosità di attrezzi di questo tipo.